LE NOTTI DELLA CONTEA 2018 : PARTECIPA ANCHE TU

LE NOTTI DELLA CONTEA 2018, aperti i casting per partecipare come figurante.

CONVERSANO – E‘ partita la macchina organizzativa di uno degli eventi piu’ attesi dell’estate conversanese, la rievocazione storica  “LE NOTTI DELLA CONTEA 2018” , organizzato dall’associazione di promozione sociale culturale SensAzioni del Sud e che si terrà a Conversano nei giorni 3|4|5 agosto. Durante Le Notti della Contea la storia rivivrà tra le stradine e tra i vicoli del centro storico di Conversano e i sapori e gli odori della antica cucina medievale ripercorreranno le vie della vecchia città. Storie di conti e di contesse, di cavalieri e di soldati, di nobili badesse, di artigiani e di giullari riporteranno i visitatori indietro nel tempo; un percorso itinerante, tra le viuzze del centro storico che per tre notti rivivranno l’atmosfera, i suoni e i profumi medioevali e nel contempo araldi, musici e giocolieri racconteranno di avvenimenti celebri o dimenticati, di miti e di leggende. L’evento conta ogni anno, tra la partecipazione alle scene rievocative e teatrali e la partecipazione al corteo storico finale, circa 500 figuranti. A tal proposito Il Presidente di SensAzioni del Sud e direttore artistico dell’evento, Gabriele Corianò, insieme al suo staff, è impegnato nella selezione di figuranti che hanno voglia di partecipare alle scene teatrali, che si svolgeranno nelle vecchie strade del centro storico nei giorni 03 e 04 agosto, e al  Corteo Storico Multiepoca che si terrà il giorno 05 agosto. Gli interessati a partecipare al casting possono inviare un messaggio WhatsApp al numero 339/5094105 oppure candidarsi tramite la pagina FB Le Notti della Contea o proporre la propria candidatura tramite email scrivendo all’indirizzo di posta elettronica  info@lenottidellacontea.it

 Le selezioni dureranno fino al 30 giugno 2018, dopo l’assegnazione dei ruoli verranno comunicate le prove teatrali per la messa in scena dell’evento.

Le Notti della Contea 2018 ha ottenuto il patrocinio della Regione Puglia, del Teatro Pubblico Pugliese, dell’Università degli Studi di Bari, del Gal Sud Est Barese e della Camera di Commercio di Bari.